Alghero


Vai ai contenuti

Da parte dell' Amministrazione algherese l'attenzione sull'igiene urbana è sempre molto alta, tanto che abbiamo messo in campo una serie di politiche volte al miglioramento della vivibilità della Città.... Marco Tedde Sindaco di Alghero (La Nuova Sardegna martedi 10 maggio 2011)

Caro turista che visiti la nostra città, arrivando a Alghero ferma il tuo passo nel Parco della Vergogna che si trova attiguo alla rotatoria posta all'ingresso cittadino e confronta le aiuole spartitraffico che sembrano campi da golf irrigati giornalmente e curati con amore ogni settimana da abili giardinieri perchè bene in vista del visitatore e il povero Parco nascosto abbandonato da anni in condizioni miserevoli...proprio perchè "invisibile"

Capirai la filosofia dei nostri amministratori che hanno tanto a cuore l'apparenza e se ne fottono del resto....compresi i cittadini.

Cari amministratori, come pretendete di educare le nuove generazioni con le belle parole sull'ambiente se poi nei fatti con la vostra insensibilità e trascuratezza siete i primi a fare vandalismo ambientale?

La situazione di questo Parco va avanti da oltre 10 anni nei quali mai ha conosciuto acqua se non quella delle piogge e pulizie sommarie ogni sei mesi (quando va bene).

Un'ultima considerazione: com'è possibile che tale degrado non sia mai stato denunciato in tutto questo tempo da NESSUNA delle associazioni ambientaliste presenti in città che in altre situazioni hanno fatto battaglie sante organizzando manifestazioni ambientaliste o altro? Perchè i cittadini della periferia sono sempre lasciati soli nelle situazioni difficili?

La risposta è desolante....siamo considerati cittadini invisibili e senza diritti.

Quello che chiediamo è che non ci sia più una situazione simile nel futuro, che ci sia una pianificazione seria e frequente della pulizia del Parco, che non si aspetti che l'erbaccia che costituisce il prato arrivi a 160 cm di altezza prima di essere tagliata, che ci sia l'irrigazione che impedisca il dissecamento del Parco con pulci e zecche che occupano il posto che dovrebbe essere di noi tutti, dei nostri bambini.

Non chiediamo vengano fatti i grandi lavori che hanno coinvolto gli altri parchi cittadini....ci basterebbe che non ci costringeste a convivere col degrado.


Clicca sull'immagine per il video


Torna ai contenuti | Torna al menu